Odontostomatologia: ma che cosa vuol dire? E Che differenza c’è con l’odontoiatria?

Sentiamo spesso parlare di dentista e odontoiatra, di cui abbiamo già visto le differenze nel nostro scorso articolo. Tuttavia, non molte persone hanno mai nominato l’odontostomatologia. Non si tratta di un termine molto comune, in effetti, eppure, probabilmente anche tu hai subito almeno una volta un intervento che rientra in questa branca della medicina.

Scopriamo allora cos’è l’odontostomatologia e di cosa si occupa.

Odontostomatologia: cos’è

L’odontostomatologia è un termine complesso che può sembrare un po’ intimidatorio. Tuttavia, riguarda lo studio delle malattie della bocca e delle strutture circostanti. In sostanza, l’odontostomatologia è una disciplina medica che abbraccia lo studio e la cura delle patologie legate ai denti e alla bocca nel suo insieme.

Nell’introduzione abbiamo detto che sicuramente anche tu hai subito un intervento di odontostomatologia pensando che si trattasse invece di odontoiatria o di qualcosa che compete al dentista. Magari hai estratto un dente, come quello del giudizio, oppure hai subito l’asportazione dei frenuli labiali, il rialzo del seno mascellare e la gengivectomia.

Magari, soffrendo di parodontite, ti sei sottoposto a un intervento per il ripristino delle gengive, oppure alla germectomia, l’asportazione chirurgica del germe di un dente permanente, che rappresenta un intervento mirato per prevenire potenziali complicazioni legate alla crescita anomala dei denti.

Tutte queste operazioni rientrano nella branca dell’odontostomatologia. Ma ci sono differenze con l’odontoiatria?

Odontostomatologia e odontoiatria: differenze

L’odontoiatria è un termine più familiare, ma è importante comprendere la sua relazione con l’odontostomatologia. Si tratta di due branche diverse della medicina che consentono di formare due professionisti simili ma distinti: il dentista e l’odontoiatra. Torniamo allora sulla distinzione tra questi due ruoli.

Un dentista è un medico laureato in Medicina e Chirurgia, specializzato in odontostomatologia. Al contrario, l’odontoiatra è un medico che ha ottenuto una laurea specifica in odontoiatria e protesi dentali. La differenza è fondamentale e riflette il livello di specializzazione e approfondimento raggiunto da ciascun professionista nel loro campo di competenza.

Insomma, l’odontoiatria è una branca specifica all’interno dell’odontostomatologia che si concentra principalmente sui denti e sulle gengive. Questa disciplina è dedicata alla diagnosi, prevenzione e cura delle malattie e dei disturbi che coinvolgono questi elementi cruciali della bocca. Gli odontoiatri, professionisti in questa specialità, percorrono un lungo e approfondito percorso di studi universitari che copre una vasta gamma di argomenti, tra cui anatomia orale, radiologia dentale, chirurgia orale e ortodonzia.

D’altra parte, l’odontostomatologia è una disciplina più ampia che si estende oltre i confini della sola odontoiatria. Un dentista è un professionista che, oltre ad essere formato nella cura dei denti e delle gengive, è anche addestrato a gestire una vasta gamma di patologie che coinvolgono la bocca nella sua interezza. Ciò include le mucose orali, le ghiandole salivari e la mascella. Il dentista adotta un approccio olistico alla salute orale, occupandosi diagnostica, prevenzione e trattamento in modo completo.

A quale professionista rivolgersi?

La distinzione tra chi è preparato in odontoiatria e chi in odontostomatologia serve soltanto per consentire ai pazienti di comprendere a quale professionista rivolgersi.

La scelta tra rivolgersi a un dentista o a un odontoiatra dipende spesso dalla complessità del problema e dalle specifiche esigenze del paziente. Il dentista è il professionista a cui ci si rivolge per controlli di routine, pulizie dentali, sigillature e trattamenti per carie dentali comuni. Si occupa della diagnosi, prevenzione e cura delle malattie e dei disturbi che coinvolgono i denti e le gengive. Gestisce la sostituzione di denti mancanti con protesi rimovibili o fisse. Esegue estrazioni dentali semplici, come la rimozione di denti danneggiati o del giudizio già emersi o dritti.

L’odontoiatra è spesso un professionista più specializzato, con una formazione approfondita in protesi dentali. Si occupa di interventi chirurgici più complessi, come estrazioni di denti del giudizio inclusi o chirurgia ricostruttiva. Affronta problemi orali più complicati, come malattie delle ghiandole salivari, disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare (ATM) e chirurgia orale estetica. Gestisce la pianificazione e l’inserimento di impianti dentali per la sostituzione di radici dentali mancanti.

In generale, se hai bisogno di cure odontoiatriche di routine o di interventi meno complessi, un dentista generale può essere la scelta appropriata. Se, invece, il problema richiede una specializzazione più avanzata, come interventi chirurgici complessi o trattamenti per patologie orali particolari, potrebbe essere opportuno consultare un odontoiatra.

Conclusioni

L’odontostomatologia è un campo multidisciplinare fondamentale per la salute orale. Attraverso la visita odontostomatologica, più conosciuta come dentistica , eseguita da professionisti qualificati, si stabilisce una base solida per la gestione preventiva e curativa di una vasta gamma di patologie orali. Questo approccio completo consente l’individuazione precoce di problemi, aprendo la strada a interventi tempestivi e personalizzati che contribuiscono a mantenere una bocca sana.

La chirurgia orale, componente integrante dell’odontostomatologia, si unisce all’odontoiatria, consentendo di affrontare interventi avanzati come chirurgia ricostruttiva e impianti dentali. Questi interventi, personalizzati per le esigenze individuali, mirano al ripristino dell’estetica e della funzionalità orale, operando attraverso la sinergia di diversi professionisti.

L’odontostomatologia pone un’enfasi significativa sulla prevenzione, con visite dentistiche regolari e una corretta igiene orale che rappresentano pilastri fondamentali. Questa pratica proattiva è essenziale per ridurre il rischio di malattie gengivali, carie e altre urgenze odontostomatologiche.

Per chiunque cerchi cure dentistiche di alta qualità, il nostro Centro Dental Family di Fabriano è pronto a offrire un’attenzione personalizzata. Il nostro team di esperti è a tua disposizione per realizzare un percorso dedicato al mantenimento di un sorriso sano e duraturo.

Prenota oggi la tua visita dentistica e previeni i più comuni problemi dentali e gengivali.

Protesi dentaria per tornare a sorridere: tipologie, materiali e costi

Un sorriso luminoso è un prezioso biglietto da visita, ma spesso alcuni problemi dentali possono comprometterlo. No, non immaginare che le protesi dentarie siano affari per anziani. Al 70% degli italiani manca almeno un dente e parliamo di persone che hanno tra i 40 e i 70 anni.

Una scarsa igiene orale e le poche visite dal dentista possono portare a soffrire di problemi dentali che, con il tempo, si aggravano fino alla perdita del dente. Qui, è richiesta la sostituzione con una protesi dentaria, la protagonista di questo nostro articolo.

Cosa sono le protesi dentarie e a cosa servono

La protesi dentaria è un dispositivo artificiale progettato per sostituire uno o più denti mancanti o danneggiati. Le protesi dentarie giocano un ruolo fondamentale nel ripristinare la funzione masticatoria e l’estetica del sorriso. Queste soluzioni personalizzate sono realizzate su misura per adattarsi alla bocca di ogni paziente, consentendo di riacquistare la fiducia nel sorridere e migliorando la qualità della vita.

Tipi di protesi

Non esiste solo la famosa dentiera della nonna, ovvero la protesi dentale mobile, che può essere rimossa e inserita a piacimento dal paziente e coprire tutta l’arcata dentale. Con il passare del tempo, la medicina ha fatto passi da gigante e oggi possiamo contare su soluzioni discrete, comode e anche accessibili a tutti.

Esistono, ad esempio, protesi dentarie mobili invisibili, la soluzione ideale per coloro che desiderano una protesi discreta e poco visibile. Le protesi dentali mobili invisibili, spesso chiamate dentiere trasparenti, sono realizzate in materiali traslucidi che si mimetizzano con i denti naturali, rendendole virtualmente invisibili.

Ci sono poi le classiche dentiere che, però, vengono realizzate con materiali innovativi e progettate con tecniche di precisione, offrono un’aderenza sicura e un’ottima funzionalità. Alcune possono coprire tutta l’arcata, altre solo rimpiazzare alcuni elementi, evitando l’estrazione dei denti sani. Ci sono anche le protesi morbide, realizzate con materiali morbidi e flessibili, offrendo un comfort superiore e adattandosi meglio alla bocca del paziente.

In alternativa, il paziente potrebbe richiedere una protesi fissa, un tipo di protesi ancorata saldamente agli impianti dentali, garantendo una stabilità superiore rispetto alle dentiere mobili. La protesi dentale fissa è una scelta eccellente per coloro che desiderano una soluzione permanente e stabile ma, come vedremo, è più costosa.

Lo scheletrato dentale, infine, è una protesi parziale rimovibile, costituita da una struttura metallica che si adatta alla forma della bocca. Questa opzione è ideale per i pazienti con più denti mancanti, poiché può essere agganciata ai denti naturali esistenti per un maggiore supporto, con ganci altamente estetici.

I vantaggi di una protesi dentaria

Una protesi dentaria è un investimento per la qualità della tua vita. Se si mantiene una salute dentale eccellente e si seguono i consigli del proprio dentista, una protesi può durare almeno 15 o 20 anni. Tutto dipende anche dall’evoluzione della bocca del paziente: visite regolari dal dentista consentono di comprendere come migliorare la masticazione, l’estetica e la funzionalità della bocca attraverso un nuovo tipo di protesi.

La perdita dei denti o la presenza di denti danneggiati può avere un impatto significativo sulla qualità della vita di un individuo. Le protesi dentali rappresentano una soluzione efficace per:

  • ripristinare la funzione masticatoria

La mancanza di denti o la presenza di denti malandati possono ostacolare la corretta masticazione e deglutizione degli alimenti. Ciò può influire negativamente sulla digestione e sull’assimilazione dei nutrienti essenziali per il benessere generale. Le protesi dentarie, sia mobili che fisse, consentono al paziente di recuperare una corretta funzione masticatoria, migliorando la capacità di masticare e deglutire cibi di diverse consistenze. Questo ripristino della funzione masticatoria migliora il processo digestivo e contribuisce al benessere generale dell’individuo.

  • rendere il sorriso esteticamente più bello

La perdita dei denti può influenzare l’articolazione delle parole e la pronuncia corretta dei suoni. Questo può portare a difficoltà di comunicazione e ad un senso di isolamento sociale, nonché a disagio perché sembra quasi che tutte le persone si concentrino sulla mancanza dei denti del paziente.

Le protesi dentali, specialmente quelle fisse e realizzate con materiali estetici come la zirconia o disilicato di litio ceramizzati, restituiscono un sorriso naturale e armonioso al paziente.

  • migliorare l’autostima del paziente

Le protesi dentali consentono al paziente di riappropriarsi del proprio sorriso e di recuperare la fiducia in se stesso. Con una protesi dentale adeguata, il paziente si sente più sicuro nelle interazioni sociali e riacquista la capacità di sorridere senza timori.

Se anche tu in questo momento sei a disagio perché ti mancano degli elementi dentari o non sei soddisfatto del tuo sorriso, non esitare a contattare il centro odontoiatrico a Fabriano Dental Family. Ti accoglieremo con attenzione, ascolteremo le tue esigenze e ti proporremo delle soluzioni efficaci per farti stare meglio. Il tutto a prezzi alla portata di tutti e nel massimo rispetto della tua privacy.

Sempre fieri di farvi sorridere