Protesi dentaria per tornare a sorridere: tipologie, materiali e costi

Un sorriso luminoso è un prezioso biglietto da visita, ma spesso alcuni problemi dentali possono comprometterlo. No, non immaginare che le protesi dentarie siano affari per anziani. Al 70% degli italiani manca almeno un dente e parliamo di persone che hanno tra i 40 e i 70 anni.

Una scarsa igiene orale e le poche visite dal dentista possono portare a soffrire di problemi dentali che, con il tempo, si aggravano fino alla perdita del dente. Qui, è richiesta la sostituzione con una protesi dentaria, la protagonista di questo nostro articolo.

Cosa sono le protesi dentarie e a cosa servono

La protesi dentaria è un dispositivo artificiale progettato per sostituire uno o più denti mancanti o danneggiati. Le protesi dentarie giocano un ruolo fondamentale nel ripristinare la funzione masticatoria e l’estetica del sorriso. Queste soluzioni personalizzate sono realizzate su misura per adattarsi alla bocca di ogni paziente, consentendo di riacquistare la fiducia nel sorridere e migliorando la qualità della vita.

Tipi di protesi

Non esiste solo la famosa dentiera della nonna, ovvero la protesi dentale mobile, che può essere rimossa e inserita a piacimento dal paziente e coprire tutta l’arcata dentale. Con il passare del tempo, la medicina ha fatto passi da gigante e oggi possiamo contare su soluzioni discrete, comode e anche accessibili a tutti.

Esistono, ad esempio, protesi dentarie mobili invisibili, la soluzione ideale per coloro che desiderano una protesi discreta e poco visibile. Le protesi dentali mobili invisibili, spesso chiamate dentiere trasparenti, sono realizzate in materiali traslucidi che si mimetizzano con i denti naturali, rendendole virtualmente invisibili.

Ci sono poi le classiche dentiere che, però, vengono realizzate con materiali innovativi e progettate con tecniche di precisione, offrono un’aderenza sicura e un’ottima funzionalità. Alcune possono coprire tutta l’arcata, altre solo rimpiazzare alcuni elementi, evitando l’estrazione dei denti sani. Ci sono anche le protesi morbide, realizzate con materiali morbidi e flessibili, offrendo un comfort superiore e adattandosi meglio alla bocca del paziente.

In alternativa, il paziente potrebbe richiedere una protesi fissa, un tipo di protesi ancorata saldamente agli impianti dentali, garantendo una stabilità superiore rispetto alle dentiere mobili. La protesi dentale fissa è una scelta eccellente per coloro che desiderano una soluzione permanente e stabile ma, come vedremo, è più costosa.

Lo scheletrato dentale, infine, è una protesi parziale rimovibile, costituita da una struttura metallica che si adatta alla forma della bocca. Questa opzione è ideale per i pazienti con più denti mancanti, poiché può essere agganciata ai denti naturali esistenti per un maggiore supporto, con ganci altamente estetici.

I vantaggi di una protesi dentaria

Una protesi dentaria è un investimento per la qualità della tua vita. Se si mantiene una salute dentale eccellente e si seguono i consigli del proprio dentista, una protesi può durare almeno 15 o 20 anni. Tutto dipende anche dall’evoluzione della bocca del paziente: visite regolari dal dentista consentono di comprendere come migliorare la masticazione, l’estetica e la funzionalità della bocca attraverso un nuovo tipo di protesi.

La perdita dei denti o la presenza di denti danneggiati può avere un impatto significativo sulla qualità della vita di un individuo. Le protesi dentali rappresentano una soluzione efficace per:

  • ripristinare la funzione masticatoria

La mancanza di denti o la presenza di denti malandati possono ostacolare la corretta masticazione e deglutizione degli alimenti. Ciò può influire negativamente sulla digestione e sull’assimilazione dei nutrienti essenziali per il benessere generale. Le protesi dentarie, sia mobili che fisse, consentono al paziente di recuperare una corretta funzione masticatoria, migliorando la capacità di masticare e deglutire cibi di diverse consistenze. Questo ripristino della funzione masticatoria migliora il processo digestivo e contribuisce al benessere generale dell’individuo.

  • rendere il sorriso esteticamente più bello

La perdita dei denti può influenzare l’articolazione delle parole e la pronuncia corretta dei suoni. Questo può portare a difficoltà di comunicazione e ad un senso di isolamento sociale, nonché a disagio perché sembra quasi che tutte le persone si concentrino sulla mancanza dei denti del paziente.

Le protesi dentali, specialmente quelle fisse e realizzate con materiali estetici come la zirconia o disilicato di litio ceramizzati, restituiscono un sorriso naturale e armonioso al paziente.

  • migliorare l’autostima del paziente

Le protesi dentali consentono al paziente di riappropriarsi del proprio sorriso e di recuperare la fiducia in se stesso. Con una protesi dentale adeguata, il paziente si sente più sicuro nelle interazioni sociali e riacquista la capacità di sorridere senza timori.

Se anche tu in questo momento sei a disagio perché ti mancano degli elementi dentari o non sei soddisfatto del tuo sorriso, non esitare a contattare il centro odontoiatrico a Fabriano Dental Family. Ti accoglieremo con attenzione, ascolteremo le tue esigenze e ti proporremo delle soluzioni efficaci per farti stare meglio. Il tutto a prezzi alla portata di tutti e nel massimo rispetto della tua privacy.

Sempre fieri di farvi sorridere

Consigli e trattamenti per la tua igiene dentale

L’igiene dentale è un aspetto fondamentale per mantenere un sorriso sano e luminoso. Una corretta cura dei denti e delle gengive non solo contribuisce a prevenire problemi come la carie e la gengivite, ma può anche influire positivamente sulla salute generale del nostro organismo e sulla nostra autostima.

Ecco perché noi di Dental Family offriamo servizi odontoiatrici professionali nel nostro centro di Fabriano. Teniamo molto alla tua salute e ti affianchiamo in ogni modo per avere un sorriso bello e sano. Con questo articolo, vogliamo fornirti i migliori consigli e trattamenti per la tua igiene dentale.

Seguili e di’ addio a carie e altri problemi orali!

Ruolo dell’igienista dentale nell’igiene orale

Una delle figure a cui ti devi affidare anche due volte all’anno per curare i tuoi denti è l’igienista dentale.

Gli igienisti dentali sono professionisti specializzati nell’assistenza e nella prevenzione dei disturbi dentali. Collaborano con i dentisti per garantire una corretta igiene orale e svolgono un ruolo chiave nel promuovere la salute del tuo sorriso.

Infatti, recandoti periodicamente da un igienista dentale, potrai rimuovere a fondo il tartaro dai denti, responsabile di disturbi come carie, gengivite, alito cattivo e infiammazioni del cavo orale. Questo professionista sfrutta la potenza di un getto d’acqua, grazie a uno speciale idropulsore, che attacca direttamente il tartaro, anche quello presente sui denti da più tempo, e lo rimuove lasciando la bocca pulita e libera da batteri.

La procedura è indolore e ha una durata variabile: se effettui la pulizia dentale spesso, una seduta può durare anche solo un quarto d’ora.

Ma non solo: l’igienista dentale si rende conto delle tue abitudini di igiene e te ne consiglia di migliori per contrastare la formazione di batteri dannosi nella tua bocca. Ascoltalo sempre e recati in studio per una visita odontoiatrica una o due volte l’anno!

I consigli dell’igienista dentale

Fin da bambini ci insegnano che dobbiamo lavare i denti almeno due volte al giorno dopo i pasti, evitare cibi estremamente zuccherati e non andare mai a letto senza prima aver spazzolato. Potrebbero sembrare consigli banali, ma secondo un recente studio, 3 italiani su 10 non si lavano i denti almeno due volte al giorno. Si limitano a farlo la sera prima di andare a dormire e spesso in modo scorretto.

Invece, più del 50% degli italiani non effettua visite periodiche dal dentista. Anzi, vi si reca solo quando i problemi si fanno sentire e causano dolore. Ricorda: le visite periodiche dal dentista sono una forma di prevenzione come altri controlli medici. Prima ti accorgi dei problemi e maggiori saranno i soldi e il dolore che risparmierai.

Lavarsi i denti almeno due volte al giorno e nel modo corretto

Ti consigliamo di spazzolare i denti almeno due volte al giorno, dedicando almeno due minuti a ogni sessione.

Utilizza uno spazzolino con setole morbide e dalle dimensioni adeguate alla tua bocca e sostituiscilo ogni 3-4 mesi o quando le setole iniziano a deteriorarsi. Scegli un dentifricio contenente fluoro per aiutare a prevenire la formazione di carie e mettine poco sulle setole.

Tieni lo spazzolino con un angolo di 45 gradi rispetto alla linea gengivale. Inizia con i denti posteriori superiori o inferiori e procedi verso gli altri. Effettua movimenti circolari o orizzontali con lo spazzolino, lavorando su tutte le superfici dei denti, ovvero frontale, superiore e, soprattutto, non dimenticare la parte interna delle arcate.

Se utilizzi uno spazzolino elettrico, ci raccomandiamo, non muovere la mano per spazzolare: basta appoggiare lo spazzolino sulle superfici dei denti e farlo scorrere delicatamente su tutta l’arcata.

Pulisci la lingua

Non dimenticare di spazzolare delicatamente anche la lingua per rimuovere i batteri responsabili del cattivo alito. Esistono spazzolini con una speciale membrana di gomma sul retro, speculare alle setole, molto utile per lavare anche la tua lingua. Se non possiedi questo strumento, esistono puliscilingua in metallo, igienici e facili da usare.

Completa la pulizia

Dopo lo spazzolamento, puoi completare la pulizia dei denti utilizzando diversi strumenti o prodotti:

  • idropulsore dentale, uno strumento efficace per completare la routine di pulizia orale che utilizza un getto d’acqua pressurizzata. In questo modo, aiuta a rimuovere i residui di cibo e la placca accumulati tra i denti e lungo la linea gengivale. È particolarmente utile per raggiungere zone difficili da pulire con lo spazzolino tradizionale, soprattutto se si indossano apparecchi, e può contribuire a ridurre il rischio di infiammazioni gengivali
  • filo interdentale, ovvero l’amico migliore per le tue gengive. Anche se i denti ti sembrano puliti, una volta spazzolati, in realtà nascondono ancora della placca negli spazi tra uno e l’altro. Il filo interdentale consente di rimuoverli accuratamente, evitando che le gengive si irritino e che peggiorino problemi come la gengivite o la piorrea
  • colluttorio, che puoi trovare al supermercato o in farmacia. Ce ne sono anche di specifici alla clorexidina, un potente antibatterico che consente di combattere in modo più efficace i batteri cattivi della bocca e disinfiammare le gengive. Si tratta, però, di un medicinale che deve prescrivere il dentista e che non deve essere usato spesso per evitare l’annerimento dello smalto.

Conclusioni

La cura dell’igiene dentale è essenziale per mantenere una bocca sana e un sorriso luminoso. Le regole sono poche e semplici: lavare con cura i denti almeno due volte al giorno, possibilmente dopo i pasti; usare filo interdentale e idropulsore per eliminare anche lo sporco più difficile da raggiungere; recarsi dall’igienista dentale almeno una volta all’anno per rimuovere la placca e per controllare che non ci siano problematiche in corso.

Mantenere una buona igiene orale ti permetterà di sorridere a pieni denti, con la fiducia di una bocca sana e ben curata. Non spenderai soldi inutili per interventi dolori e anche il tuo organismo sarà molto più in salute. Cosa aspetti? Prenota la tua seduta di igiene dentale presso il nostro studio dentistico a Fabriano Dental Family.

Ti offriremo il trattamento professionale e l’igiene che meriti!

Sbiancare i denti: cosa dovresti sapere

L’aspetto dei denti è diventato un elemento importante nella società moderna, dove l’estetica gioca un ruolo sempre più rilevante nella vita quotidiana. La percezione della bellezza del sorriso e dei denti bianchi e luminosi è diventata un criterio importante per la valutazione dell’immagine di una persona.

In questo contesto, sbiancare i denti, il processo di rimuovere le macchie superficiali sui denti e di schiarirne il colore, è diventata un’attività comune di molti studi dentistici. Questo trattamento può essere effettuato sia presso un professionista che addirittura a casa, utilizzando prodotti specifici di cui, comunque, invitiamo a fare buon uso e a prestare attenzione alla loro provenienza.

Le statistiche dimostrano che sempre più persone sono preoccupate dell’estetica del proprio sorriso e desiderano migliorare l’aspetto dei loro denti. Infatti, un sorriso luminoso e bianco è considerato un segno di salute, igiene e bellezza ed è spesso associato a una maggiore fiducia in se stessi e a una migliore qualità della vita.

In Dental Family, offriamo il servizio di sbiancamento dentale e odontoiatria estetica, ideale per tutti coloro che vogliono ritrovare la bellezza del proprio sorriso e la fiducia in se stessi. Ma in cosa consiste lo sbiancamento dei denti? Come si effettua? Prosegui nella lettura e scopri di più.

Perché i denti ingialliscono?

Prima di parlare di sbiancamento dei denti, è bene conoscere meglio le cause dell’ingiallimento, in modo da prevenirlo e fare molta meno fatica per ripristinare il colore naturale dello smalto.

Una delle principali è l’invecchiamento, che porta alla progressiva usura dello smalto e all’esposizione della dentina sottostante, che ha una tonalità giallastra. Quindi, andando avanti con l’età, è normale ritrovarsi i denti un po’ più scuri.

Poi, ci sono alcune abitudini che cambiano permanentemente il colore dello smalto sui denti:

  • il consumo eccessivo di caffè, tè, vino rosso e cibi altamente pigmentati come le bacche
  • il fumo di sigaretta e la masticazione del tabacco, a causa della nicotina e delle sostanze chimiche contenute nei prodotti
  • la mancanza di igiene orale adeguata può portare alla formazione di placca batterica e tartaro sui denti, che possono dare un aspetto giallastro e opaco alla superficie dentale.

Se fai una di queste cose e non sei soddisfatto dell’aspetto dei tuoi denti, è bene smettere immediatamente, oppure provare qualche rimedio naturale per provare a recuperare un po’ l’aspetto naturale dello smalto.

Uno dei metodi più popolari per sbiancare i denti in modo naturale è quello di mescolare bicarbonato di sodio con acqua e utilizzare il composto come dentifricio. Questo può funzionare per sbiancare i denti, ma l’abrasività del bicarbonato di sodio potrebbe causare danni allo smalto se usato troppo spesso.

Un altro rimedio casalingo per sbiancare i denti è quello di strofinare la superficie dei denti con succo di limone o aceto di mele. Tuttavia, questi acidi possono erodere lo smalto dei denti se utilizzati in modo eccessivo o per periodi prolungati. Un ingrediente naturale che offre da subito un aspetto più bianco ai denti e non ha controindicazioni è invece il carbone vegetale, ma i suoi effetti non sono a lungo termine.

Il consiglio è quindi quello di rivolgersi a un professionista e procedere con lo sbiancamento dentale. Ecco quindi come funziona e cosa aspettarsi dal trattamento.

Cosa vuol dire esattamente sbiancare i denti e come funziona la procedura

Il processo di sbiancamento dentale è una procedura che utilizza prodotti chimici per rimuovere le macchie superficiali sui denti e migliorarne l’aspetto. I principali ingredienti utilizzati nei prodotti per lo sbiancamento dentale sono il perossido di idrogeno e il perossido di carbamide, che agiscono da agenti sbiancanti.

Una seduta dal dentista per lo sbiancamento dei denti è generalmente un processo abbastanza semplice. Innanzitutto, il dentista esaminerà i tuoi denti per assicurarsi che siano sani e adatti per lo sbiancamento. Di solito vengono scattate delle foto o misurato il grado di ingiallimento dei denti, in modo da capire quanto li vuoi rendere bianchi e come intervenire per ottenere un risultato soddisfacente.

Il dentista ti applicherà poi un gel sbiancante sui denti. In alcuni casi, il dentista utilizzerà una lampada a LED per attivare il gel e accelerare il processo di sbiancamento.

Durante il trattamento, il dentista ti chiederà di rimanere seduto con il gel sui denti per circa 15-30 minuti. Questa procedura può essere ripetuta diverse volte durante la seduta a seconda del grado di sbiancamento desiderato e della sensibilità dei tuoi denti.

Alla fine del trattamento, il dentista rimuoverà il gel e ti mostrerà i risultati. Potresti notare un cambiamento immediato nella tonalità dei tuoi denti, ma i risultati finali potrebbero richiedere diverse sedute.

Riguardo all’efficacia del trattamento, lo sbiancamento dentale professionale è un metodo sicuro ed efficace per migliorare l’aspetto dei denti. I risultati ottenuti sono visibili immediatamente dopo il trattamento e possono durare da sei mesi a due anni, a seconda dello stile di vita del paziente. Ovviamente, se è un accanito fumatore, dopo pochi mesi lo smalto tenderà nuovamente al giallo.

Vieni a scoprire il nostro trattamento di sbiancamento dentale in Dental Family, centro odontoiatrico a Fabriano.

Prenota la tua prima visita odontoiatrica e torna a sorridere sicuro di te e spontaneamente come un tempo!

Visita odontoiatrica: in cosa consiste e quando farla

Non a tutti piace andare dal dentista. C’è chi si reca in uno studio odontoiatrico solo quando ne ha particolarmente bisogno e non per prevenzione. Queste persone non sanno che le patologie dentali, se trascurate, possono portare ad altri problemi, alla digestione, per esempio.

Inoltre, secondo recenti studi, le patologie dentali possono diffondere batteri nel sangue e in tutto il corpo, portando a problematiche ben più gravi o fatali.

La visita odontoiatrica rappresenta un aspetto fondamentale per la salute dei denti e della bocca. Molte persone, tuttavia, sottovalutano l’importanza di effettuare regolarmente una visita, rischiando così di far peggiorare la propria condizione fino a doversi sottoporre a interventi più pesanti, dolorosi e costosi.

In questo articolo esploreremo in dettaglio cos’è la visita odontoiatrica, quando farla e come prepararsi al meglio per sfruttare al massimo i benefici di questa pratica. Speriamo così di farti passare la paura del dentista e di abbracciare uno stile di vita sano per la tua bocca.

In cosa consiste la visita odontoiatrica

Durante una visita odontoiatrica, l’odontoiatra esamina la bocca, i denti e le gengive del paziente alla ricerca di eventuali problemi. In particolare, il dentista controlla la presenza di carie, di placca e di tartaro, di infiammazioni gengivali o parodontali, la corretta occlusione e l’allineamento dei denti.

Durante la visita, l’odontoiatra potrebbe anche effettuare una serie di esami, come l’imaging radiografico, per controllare che non vi siano problemi a livello osseo. Se si tratta di una semplice visita di routine, di solito, l’odontoiatra si limita a guardare i denti e le gengive del paziente, senza particolari tecniche invasive.

Quindi, non c’è da temere nulla e non serve neanche sottoporsi a una specifica preparazione. Ricorda, però, di lavarti in modo molto approfondito i denti prima di recarti in studio! Se non hai tempo, porta con te il tuo spazzolino e una bottiglietta di collutorio e utilizza il bagno dello studio medico.

Ulteriori interventi

Dopo aver effettuato un’anamnesi e un esame visivo della bocca del paziente, il dentista potrebbe richiedere l’intervento di un igienista dentale. Quest’ultimo potrebbe effettuare una pulizia dentale per rimuovere il tartaro e la placca, ma anche per vedere meglio l’eventuale presenza di carie o problemi gengivali.

Non solo: in base ai risultati dell’esame, il dentista potrebbe pianificare eventuali interventi terapeutici, come l’estrazione di un dente, il ripristino di una carie o l’applicazione di protesi dentarie.

In caso di cattivo allineamento dei denti e scorretta occlusione, è possibile che il paziente soffra di malocclusioni, bruxismo o disturbi dell’ATM. Anche in queste condizioni, il dentista potrebbe richiedere l’applicazione di un bite o l’intervento sulla mandibola.

Quando andare dal dentista per una visita di controllo?

In generale, è consigliato sottoporsi a una visita odontoiatrica almeno una volta all’anno, anche in assenza di sintomi o fastidi evidenti. Tuttavia, la frequenza delle visite dipende dalle esigenze e dalle condizioni specifiche di ogni paziente.

In alcuni casi, ad esempio, potrebbe essere necessario effettuare visite più frequenti a causa di fattori come la presenza di patologie pregresse, l’utilizzo di protesi dentarie o l’assunzione di farmaci che possono influire sulla salute dei denti.

In ogni caso, è importante seguire le indicazioni del proprio dentista per stabilire la frequenza ideale delle visite odontoiatriche. In generale, tuttavia, è sempre meglio prevenire piuttosto che curare, e sottoporsi a una visita odontoiatrica regolare è il modo migliore per mantenere la salute dei denti e della bocca nel lungo periodo.

Cosa fare dopo la visita odontoiatrica

Una volta terminata la visita odontoiatrica, ti renderai conto di quanto possa fare bene alla tua salute dentale e al tuo portafoglio. Tuttavia, non dovrai dimenticare alcune buone abitudini che sicuramente il tuo odontoiatra ti indicherà.

  1. Seguire una corretta igiene orale, spazzolare i denti almeno due volte al giorno, utilizzare il filo interdentale e il collutorio per rimuovere i residui di cibo e prevenire la formazione di placca e tartaro
  2. Limitare il consumo di cibi e bevande zuccherate: gli zuccheri possono causare carie e infiammazioni gengivali, quindi è importante assumerne in quantità ridotte. Anche il tuo cuore e il tuo sistema cardiovascolare ti ringrazieranno
  3. Sottoporsi a controlli periodici, ad esempio ogni 6 mesi o ogni anno, per monitorare la salute dei denti e prevenire eventuali problemi
  4. Seguire le istruzioni del dentista, se questo ha prescritto dei trattamenti o delle terapie
  5. Prestare attenzione ai segnali di eventuali problemi: se si avvertono dolori o fastidi ai denti o alle gengive, è importante segnalarli al dentista per una valutazione approfondita.

Conclusioni

In conclusione, la visita odontoiatrica è un controllo importante per mantenere la salute dei nostri denti e prevenire eventuali problemi dentali. Durante la visita, il dentista esegue una serie di test e esami per valutare lo stato di salute dei denti e delle gengive e consigliare eventuali terapie o trattamenti.

Non si tratta dunque di un intervento invasivo, fastidioso o costoso, quindi è bene non rimandarlo. Sono 17 milioni gli italiani che non fanno visite di controllo periodiche e che quindi rischiano di soffrire di patologie difficili da trattare e spesso irreversibili. Un milione di nostri concittadini, addirittura, non si reca mai dal dentista nella vita, per pigrizia o anche perché hanno la fortuna di non essere predisposti all’insorgenza di patologie dentali.

Tuttavia, la gran parte delle persone non ha questa fortuna e necessita di controlli periodici preventivi. E’ consigliabile effettuare una visita odontoiatrica almeno una volta all’anno, anche in assenza di sintomi o problemi evidenti, per monitorare la salute dei nostri denti e prevenire eventuali patologie.

Inoltre, è importante seguire le raccomandazioni del dentista per mantenere una corretta igiene orale e prevenire l’insorgenza di problemi dentali. La prevenzione e la cura tempestiva dei problemi dentali non solo migliorano la salute dei denti, ma possono anche avere un impatto positivo sulla nostra salute generale.

Quindi, non trascurare la tua salute dentale e prenota una visita odontoiatrica il prima possibile presso Dental Family, studio odontoiatrico a Fabriano. Otterrai un servizio attento e personalizzato in base alle tue esigenze, per tornare a sorridere in piena salute.